Il vuoto che brucia – Enigmi in versi

10.00


di Riccardo Benucci
Prefazione di Giovanni Murchio

L’antologia poetica di Riccardo Benucci (Pasticca) raccoglie la sua migliore produzione degli ultimi anni apparsa sulle riviste del settore (per soli abbonati): dalla “Sibilla” a “Penombra”, da “Morgana” al “Labirinto”.

COD: 9788875762094 Categoria: Tag:

Descrizione

L’enigmistica classica è una forma letteraria antica, diffusa in tutte le tradizioni e le culture del mondo. Nei secoli ha assunto le più diverse forme, trovando ampia diffusione in Italia, anche grazie all’estrema malleabilità della nostra stupenda lingua. La tradizione dell’enigmistica classica senese, in particolare, affonda le sue radici fin dal secolo XVI, quando Angiolo Cenni, detto “Il resoluto”, che di professione faceva il maniscalco alla Postierla, pubblicò il primo enigma del Rinascimento.

Ma cosa è un enigma? In sostanza, è un testo poetico che si muove su due piani (uno apparente e uno reale). Il lettore, scorrendone le strofe e basandosi sui bisensi e sugli indizi disseminati con mestiere nei versi, deve individuare quale sia il vero soggetto che si cela sotto il fittizio sembiante. Ovviamente i due soggetti debbono essere piuttosto lontani l’uno dall’altro, per cui si comprenderà come questo tipo di gioco sia assai difficile da creare. La poesia enigmistica può ritenersi vera poesia? In autori come Benucci, sicuramente sì. Egli è infatti un caso raro di poeta-poeta transitato con tutta la sua luce “ispirativa” nel campo della poesia enigmistica. E i risultati di questo connubio destano spesso meraviglia anche in chi legge le sue opere solo come “normali” liriche.

Dettagli

ISBN

9788875762094

Autore

Benucci Riccardo