Fortificare con arte

48.00


retro copertina

Castelli, palazzi fortificati, torri di guardia tra la Montagnola Senese, il Vescovado e il territorio di Montalcino

Descrizione

Mi sono avvicinato all’architettura fortificata per caso nel ’96 incaricato di trasformare il castello di Vicarello a Poggi del Sasso in un relais chateaux e nella residenza dei nuovi proprietari milanesi. Ho tuttavia cominciato a sapere di beccatelli, camminamenti di ronda e bocche di fuoco di fiancheggiamento da uno dei pochi esperti di fortificazioni in circolazione che chiamai per una ricerca storico/stratigrafica quando nel 1999 fui incaricato del restauro del castello di Colle Massari a Cinigiano. È così che -come mi è successo per gli studi archeologici successivi alla laurea- ho imparato a leggere, attraverso forme e materiali ormai desueti, come la vita, i comportamenti e la politica dei nostri antenati non fosse poi tanto diversa dalla nostra, facendo rientrare anche i riferimenti compositivi, tipologici oltre che tecnici dell’architettura fortificata nella progettazione contemporanea.

Ora nel mio studio ci stiamo occupando del riuso dei castelli di Poggio alle Mura a Montalcino e di Monte Antico a Paganico. Particolarmente interessante qualche anno fa è stato lo studio delle mura di Grosseto dove ho guidato per un anno Riabitare le Mura, un workshop congiunto con le università di Firenze e di Pescara.

Ho parlato del volume Castelli, palazzi fortificati, torri di guardia tra la Montagnola Senese, il Vescovado e il territorio di Montalcino, l’ultima fatica di Pellegrini che si aggiunge ai sette precedenti della collana Fortificare con Arte, a Maria Iris Bertarelli e a Claudio Tipa, presidente e vicepresidente della Fondazione Bertarelli. La pubblicazione ha immediatamente catturato il loro interesse e la loro curiosità aderendo al desiderio del comitato scientifico, da me presieduto, di essere presenti nella pubblicazione e nella distribuzione del catalogo. Del resto, la sede della Fondazione come noto è all’interno del Castello di Colle Massari a Cinigiano interamente ristrutturato nel 2004 e dove i due fratelli hanno anche il domicilio italiano.

Dalla Presentazione di Edoardo Milesi